Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Legno Vecchio per tutti i sensi

Tradizione & Design

25.04.2018 - Il fascino del legno vecchio: una passione che persiste…
Creato da fattori esterni quali luce solare, condizioni ambientali come pioggia e vento, condizioni climatiche e dall’uomo stesso, il legno vecchio mostra caratteristiche uniche.

Questo legno ha una superficie invecchiata per via naturale. Ha un carattere unico che varia da zona a zona, da albero ad albero e da pannello a pannello. L’invecchiamento per via naturale ci restituisce la storia del legno.
L’architettura moderna ci permette di creare ambienti caldi e armoniosi senza eguali che sprigionano quel fascino di tempi passati che solo il legno vecchio può comunicare facendoci rilassare e sognare.
Il legno vecchio originale ci si propone in un vasto assortimento. Vecchi rivestimenti diventano pannelli bruciati dal sole o tagliati ad ascia: sono pezzi unici che vanno da un marrone scuro fino al grigio. Avvallamenti con fessurazioni e tarlature formano un quadro armonico e al contempo vivace, testimoniando la sostenibilità del materiale.

L’abete rosso vecchio, protagonista del nostro più recente progetto di arredo, è caratterizzato da un processo di vaporizzazione che conferisce all'essenza una calda tonalità marrone dorata, senza ricorrere ad agenti chimici. Grazie all'evaporazione media, i pannelli ricevono una finitura caratterizzata da un effetto crepato e tarlato.
Il trattamento termico effettuato per garantire la disinfestazione di probabili parassiti, tarli e larve in qualunque stadio vitale viene realizzato riscaldando il legno ad una temperatura maggiore di 70°C per un tempo prolungato.

La lavorazione continua con la rusticatrice e spazzolatrice: una macchinario atto a modificare la superficie del legno attraverso l’uso di speciali spazzole che eliminano la parte più morbida del legno lasciandone in evidenza la naturale venatura ed evidenziandone l’irregolarità. Il primo gruppo composto solitamente da una spazzola in setole di acciaio svolge il lavoro di sgrossatura scavando con l’intensità richiesta anche i legni più duri mentre, il secondo gruppo composta da una spazzola in carburo di silicio a grana fine, svolge il lavoro di finitura.

Scopri di più sulla realizzazione in corso..
 

Vi piacono le nostre storie?

Volete saperne di più dei nostri lavori o della nostra azienda? Vi serve un'idea per realizzare un progetto? Non esitate a scriverci! 

Fai la tua richiesta

 
*Prego compilare tutti i campi obbligatori
 
 
 
 
 
 
 
Invia richiesta